Ecomotori, un’App indispensabile per chi va a GPL e Metano

Segnalo ai miei amati quattro lettori, appassionati d’auto come me, Ecomotori, un’app utilissima, ahimè scoperta solo di recente, che funziona, fa il suo dovere e risolve un annoso problema: trovare un distributore di GPL aperto e, magari, sapere pure prima il prezzo.

A chi è mai capitato di restare a secco di GPL durante la guida? E di non trovare un distributore aperto? Già, perché l’insulso divieto di rifornimento di GPL in modalità self service (ne ho parlato diffusamente qui, indagando anche sulle possibili ragioni) complica la vita di tutti quegli automobilisti che hanno optato per il GPL e che macinano km, magari fuori dall’autostrada (dove, più o meno, il GPL si trova, anche se a prezzi spesso esorbitanti) oppure in zone dove c’è ma non si vede.

Già, quante volte mi è capitato di non riuscire a trovare un distributore di GPL solo perché non si trova lungo la statale che sto percorrendo, mentre – in realtà – si trova in qualche stradina secondaria e magari fa pure buoni prezzi.

Mi è capitato, per esempio, in Sicilia e in Calabria, dove i distributori ci sono, certo, ma chi non è pratico del posto, difficilmente riesce a trovarli. Per esempio, chi percorre spesso la SS 106 jonica, in particolare dalla meravigliosa Roseto Capo Spulico fino a Reggio, sa che i distributori di GPL si contano sulle dita di una mano. E quante volte capita di trovarli chiusi? Basta viaggiare dopo le 19.00 e spesso molti distributori sono già serrati.

Mi è capitato anche nel foggiano, dove pure la gente del posto era in difficoltà ad indicarmi un distributore di GPL. E quante volte è capitato che mi mandassero ad una pompa di benzina, dove il GPL nemmeno esisteva? Uff, ho perso il conto.

Ma pure nella più evoluta Emilia Romagna a volte ho avuto difficoltà ad individuare un distributore di GPL, così come in determinate zone del Veneto, per non parlare del Trentino, dove mi rifornivo sempre allo stesso, anche se caro, perché mi scocciava cercarne altri.

Del resto, se ti trovi in una zona che conosci poco o fai sempre gli stessi tragitti, difficilmente ti avventuri in zona alla ricerca di un distributore di GPL o di metano. E così, quando ne trovi uno, fai il pieno, pure se ti pare poco conveniente.

Le soluzioni

Negli anni ho provato diverse soluzioni, appurato che chiedere in giro spesso è controproducente. La prima è stata quella di cercare on-line. C’è un sito che ho consultato spesso, prezzi benzina, un sito storico, nato nel 2004 e da cui ho attinto spesso molte informazioni sui distributori, il costo della benzina e la presenza o meno di GPL e metano. Davvero ottimo. Però durante la guida è un po’ complesso da usare ed è poco intuitivo, inoltre i prezzi indicati non erano spesso aggiornati. Ma questo è un dettaglio irrilevante quando stai a secco.

La seconda soluzione, più immediata e intuitiva, è stata quella di usare l’assistente vocale di google durante l’uso di google maps. Bastava chiedere dove sono i distributori di GPL e quello te li indicava sulla mappa, con tanto di distanze chilometriche. Con un touch ne selezionavi uno e ci andavi…

…per poi scoprire che di GPL nemmeno l’ombra.

Essì, perché google maps non distingue tra pompa di benzina e distributore di GPL. Mette tutto nello stesso calderone. Sicché ti trovavi ripetutamente a bestemmiare contro Mountain View perché lì il problema del risparmio sul carburante non se lo pongono proprio.

E poi arrivò Ecomotori

E così un giorno un caro amico, mentre mi lamentavo del problema di trovare un diavolo di GPL lungo percorsi poco noti, mi indicò quest’app: Ecomotori.

Roba de lusso, uagliò. Quest’app è figa, per davvero. A parte che quando la apri, già a colpo d’occhio vedi sulla mappa i punti in cui si trovano i distributori. E’ sufficiente indicare il tipo di alimentazione che cerchi nei settaggi dell’app e poi, con un paio di touch arrivi al distributore, potendo scegliere pure quello meno caro e più vicino.

Ecco alcuni screenshot giusto per capire come funziona. Ma il funzionamento dell’app è tanto semplice quanto efficace.

ecomotori screenshot 1
Aperta l’app e selezionata una zona, a colpo d’occhio si vede il numero di distributori, con i prezzi visibili

Grazie al GPS l’app identifica la zona in cui ti trovi, da lì trovare a colpo d’occhio i distributori è facile. Una volta individuati, se ne può selezionare uno a scelta. In quasi tutti sono indicati i prezzi, i quali sono inseriti nell’archivio dell’App dagli utenti stessi. A parte qualche svista o qualche distributore mancante, i prezzi indicati sono sempre corretti. Almeno stando alla mia esperienza.

ecomotori screenshot 2
Dettaglio dei distributori della zona

E’ possibile poi, con l’apposito menù di destra, vedere in dettaglio i distributori della zona e le semplici coordinate geografiche.

ecomotori screenshot 3
Dettaglio dei prezzi e tasto per navigare

Tuttavia la comodità dell’app sta nel fatto che cliccando su uno dei distributori si apre un piccolo menù. Il primo tasto ti permette di accedere a google maps e di navigare direttamente presso il distributore. Perché l’app fornisce in automatico le coordinate al navigatore. Questo è l’aspetto più comodo ed intuitivo.

Gli altri due tasti ti permettono, rispettivamente, di modificare le informazioni sul prezzo praticato (in base all’alimentazione che hai scelto nei settaggi dell’app) e di accedere ad informazioni aggiuntive, molto comode, quali gli orari di apertura. Così si evita di arrivare presso il distributore e, magari, trovarlo chiuso.

Ultimo, ma non ultimo aspetto pregevole è che gli annunci in app non sono invasivi e rompicoglioni come può capitare in tante altre app. Non è necessario attendere la fine della pubblicità e poi chiuderla. Gli annunci si trovano in basso e puoi benissimamente non cacarli affatto.

Ebbene lo ammetto, da quando uso quest’app, le bestemmie alla guida sono sensibilmente diminuite, cosa che a mamma farà piacere!

P.S. è d’obbligo riferirvi che quest’articolo, seppur pubblicizza un prodotto digitale privato, lo fa a mero scopo informativo e divulgativo, ma se l’azienda apprezza il mio contributo, sappia che una cassa di vini d’annata è sempre ben gradita.

Ah, dimenticavo…

qua c’è il sito. E da qua si può scaricare l’app.

close

Newsletter

icona blog il barbuto

Iscriviti alla newsletter. Ricevi solo una mail a settimana, di domenica e solo se ci sono nuovi articoli.

forse ti può interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *